Crociere Sub Maldive

Crociere Sub Mar Rosso

Crociere Sub Mar Rosso Sudanese

Crociere Sub nei mari più belli del mondo

Scuba Cruise e' da oltre 20 anni AL VOSTRO SERVIZIO

Scuba Cruise E' un tour operator subacqueo Italiano

SCUBA CRUISE FAMILY: GLI SPECIALISTI DELLE CROCIERE SUBACQUEE
 
 

 
 

MAR ROSSO EGIZIANO

MAR ROSSO SUDANESE

MALDIVE

GIBUTI

KOMODO

RAJA AMPAT

INDONESIA

SEYCHELLES

MADAGASCAR

FILIPPINE

BAHAMAS

GALÁPAGOS

COCO'S ISLAND

SOCORRO

OMAN

SUDAFRICA

SRILANKA

KOMODO ISLANDS NATIONAL PARK

 
 
Considerata da molti una delle destinazioni subacquee più interessanti del pianeta blu, il Komodo Islands National Park si trova a circa 340 miglia nautiche ad est dell'isola di Bali nel mare di Flores in Indonesia ed è facilmente raggiungibile in crociera partendo da Bali e ancora meglio da Labuan Bajo. Dichiarata Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco nel 1986, questa area è stata avvolta da curiose leggende fin dal tempo dei marinai olandesi che nel XVII secolo solcavano queste acque misteriose abitate da animali simili a draghi. Il parco, originariamente creato per proteggere il famoso drago di Komodo, il più grande rettile ancora esistente, endemico di questa zona e in via di estinzione è ora orientato a difendere l'intera biosfera marina e terrestre dell'arcipelago
L'ambiente naturale del parco propone infatti uno dei paesaggi più suggestivi ed affascinanti del mondo: le aspre colline della savana con ciuffi di cespugli spinosi, contrastano fortemente con il bagliore delle spiagge di sabbia bianca, bagnate da acque di un azzurro intenso
La comunità scientifica internazionale ha definito questa area dell'Indonesia come uno degli ambienti  biologicamente più ricco del pianeta e oggi sono in atto grandi sforzi per preservarlo per le future generazioni. Soltanto da pochi anni l'area marina di Komodo è venuta a conoscenza dalla massa dei viaggiatori e dei subacquei che  l'hanno fatta diventare una meta esclusiva di classe mondiale
Il Varano di Komodo o Drago di Komodo (Varanus komodoensis) è il più grande sauro vivente, un rettile che può raggiungere lunghezze superiori ai due metri Morfologicamente assimilabile a una lucertola di grandi dimensioni, ha la lingua biforcuta, la pelle squamosa tendente all'azzurrognolo, è carnivoro e molto aggressivo.
Questa specie, come suggerisce il nome, vive principalmente sull'isola di Komodo, in Indonesia, e in altri arcipelaghi vicini. Questo enorme rettile è il più grande quadrupede squamato e misura mediamente 2,5-3 m di lunghezza e arriva a pesare anche 100-135 kg. L'esemplare più grande conosciuto misurava 3,5 metri di lunghezza e pesava quasi 180 kg. Questo animale carnivoro che si nutre anche di uova, che spesso razzia dai nidi di  rettili, come i coccodrilli
 
 
Komodo fa parte dell’arco di isole conosciute come Sonda Minore, quelle che si estendono da Bali verso est per piegare poi ad arco verso nord. La caratteristica principale di queste isole è quella di rappresentare il vero limite oceanografico e biologico, tra i due oceani, Pacifico e Indiano
Per effetto degli Alisei, venti che a livello equatoriale soffiano costantemente da est, le acque del Pacifico sono trascinate a sud-ovest, verso l’Oceano Indiano, ma, frenate dalla frizione che si crea per le molte isole presenti, tendono ad accumularsi. Come risultato, il Pacifico è più alto dell’Indiano, esiste infatti un dislivello di 5 cm in media (che varia a seconda della stagione, aumenta nel periodo da marzo a ottobre (monsone da nord-est) e muove correnti piuttosto forti. Notate che le correnti locali, percepite dal subacqueo accanto a isole o secche, possono essere modificate dal profilo del fondale e dalle maree e avere direzione opposta, ciò non cambia il flusso generale che è da nord-est verso sud-ovest
 
 
Le vicine isole della Sonda Minore
(Sumbawa, Sangeang, Rinca)
A parte la temperatura dell'acqua che cala rapidamente spostandosi verso sud, osservando con attenzione noteremo un passaggio da una fauna di tipo Pacifico agli animali caratteristici dell'Oceano Indiano
La rotta prevede la partenza dal porto di Benoa a Bali
Prima immersione a Satonda, nord Sumbawa
Immersioni all'isola di Banta, poi 5 giorni dedicati alle immersioni nel parco di Komodo e Rinca. Sulla via dei ritorno dopo la straordinaria Sangeang, ancora la costa settentrionale di Sumbawa (con l'isola di Moyo) prima del ritorno a Bali. D'obbligo sulla terraferma la visita all'isola di Komodo con i famosi dragoni. Il paesaggio emerso nei mesi che vanno da giugno a settembre è insolitamente arido per l'Indonesia
 
 
Nelle isole a Est di Bali le piogge sono rare nel periodo secco e il paesaggio che altrove in Indonesia è verde tutto l'anno presenta toni di giallo e marrone
Acque calde (27-29º C) e calme, reef estremamente ricchi e diversi, grandi colonie di corallo duro caratterizzano il versante Pacifico. Ricchi banchi di pesce pattugliano il reef soprattutto nei canali tra le isole, dove quando si alza anche la corrente di marea specialmente nei mesi da giugno a settembre l'intensità della corrente può essere notevole
Il versante dell'Oceano Indiano è invece caratterizzato da acque più fredde (24-25º C) e onde formate. Il reef negli strati più superficiali è ricco di coralli molli e di forme dure incrostanti, molto resistenti all'idrodinamismo
Nelle acque più torbide è comune l'incontro con pesci pelagici come squali, mante o il raro pesce luna
I reef del versante settentrionale di Komodo delle isole minori splendidamente conservati, appaiono ricchi di grandi formazioni di acropore a forma tabulare. Un'infinità di pesci di barriera e di invertebrati ravvivano il paesaggio
I reef della zona di Komodo appartengono in prevalenza al tipo del reef frangente con uno stretto pianoro corallino vicino alla costa e un reef esterno dalle pendenze accentuate. La parte profonda è dominata da gorgonie, coralli neri e grandi spugne
 
 
Le 17.500 isole che compongono l’arcipelago Indonesiano, sono distribuite nella zona equatoriale su tre aree geologiche diverse: due piattaforme continentali, la Grande Sonda a ovest, ultima propaggine della piattaforma eurasiatica e la piattaforma dell’Australia-Nuova Guinea a est mentre nella parte centrale poggiano sullo straordinario crogiolo biologico che è la Bio-regione Wallacea formata da Sulawesi, dall’arcipelago delle Molucche e dalle isole della Piccola Sonda; considerata il punto di separazione e d’incontro geologico e biologico tra i due continenti
Bagnata a Nord dal Mar della Cina e dall’Oceano Pacifico e a Sud dall’Oceano Indiano l’Indonesia rappresenta l’unico punto di comunicazione equatoriale tra i tre mari
Questa particolare posizione geografica ha reso l’Indonesia il paese a maggiore biodiversità marina del pianeta. Tra le innumerevoli gemme naturalistiche che ci offre questo paese, il piccolo Arcipelago di Komodo è una di quelle in assoluto più affascinanti. Situato nello stretto di Sape, tra le isole di Sumbawa a occidente e Flores a oriente,  bagnato dall’Oceano Indiano a sud e dal Mar di Flores a nord
 
 
Nel 1980 ebbe luogo la creazione del Parco naturale di Komodo e sei anni dopo l’area fu dichiarata dall’Unesco “World Heritage Site” e “Man and Biosphere Reserve” Grazie a questi interventi di conservazione e protezione dell’area, il flusso turistico subì un incremento senza tuttavia pregiudicare l’integrità dei luoghi. Paesaggi di straordinaria bellezza spiagge incontaminate e magnifici fondali ne fanno una meta turistica d’eccellenza
Formato da tre isole maggiori: Komodo (grande circa come l’Isola d’Elba), Rinca (pronuncia Rincia) e Padar, oltre che da decine di isole minori per la maggior parte deserte, l’arcipelago si rivela un dedalo di isole, scogli e barriere coralline dove le correnti possono essere fortissime, come nello stretto di Mola tra Rinca e Flores e dove possono superare i dieci nodi di velocità
Queste particolari caratteristiche hanno consentito lo sviluppo di un ecosistema marino che per la sua ricchezza rappresenta un vero paradiso per naturalisti e subacquei Oltre mille specie diverse di pesci, 260 di coralli duri e 70 di spugne, oltre ad un infinità di nudibranchi, ascidie di ogni colore, crostacei di tutte le  dimensioni, cavallucci marini pigmei, dugonghi, squali, mante, delfini, fanno di Komodo un posto da sogno e un paradiso per gli appassionati di fotografia. Un posto indimenticabile per gli amanti dello snorkeling, che oltre alla fantasmagorica varietà di flora e fauna del reef in superficie, avranno la possibilità di fare incontri con mante, squali, carangidi, tonni, solitamente riservati ai diversi
 
 
Dal punto di vista oceanografico quindi le più calde acque equatoriali dell'Oceano Pacifico, incontrano quelle più fredde dell’Oceano Indiano lungo l’arco delle isole della Sonda Minore
Dal punto di vista biologico la provincia biogeografica del Pacifico, con la grandissima diversità di specie che caratterizza i mari dell’Indonesia orientale, si estende fino alle vicinanze della costa meridionale delle stesse isole, per lasciare il passo con una soluzione di continuità abbastanza improvvisa alla provincia biogeografica dell’Indiano. Sebbene l’Indo-Pacifico sia una sola grande regione biogeografica, ci sono diverse specie che caratterizzano in maniera evidente l’uno o l’altro dei due Oceani e l’esame attento di alcuni gruppi di pesci facili da osservare e riconoscere come pesci farfalla, pesci pagliaccio e pesci chirurgo, ci permette di individuare con una certa precisione questo limite
La comparsa tra i pesci farfalla di specie come Chaetodon triangulum o Chaetodon decussatus ci segnala con sicurezza il nostro ingresso nelle acque dell’Oceano Indiano
Noteremo un cambio netto anche nella conformazione dei coralli costruttori, con molte specie incrostanti in sostituzione delle Acropora ramificate o tabulari, dominanti lungo la costa settentrionale delle isole, ma questo è effetto soprattutto della diversa esposizione al moto ondoso, molto intenso lungo la costa meridionale
 

PROGRAMMI SPECIALI

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

La Nostra Bandiera:
Sicurezza Comfort Emozioni
Uno staff di professionisti
da oltre 20 anni al vostro servizio

Pagina Aggiornata il 01 AGOSTO 2017


SCUBA CRUISE è un marchio di Scuba Cruise s.r.l.
Tour Operator Subacqueo Italiano
Tel.: 0525 56277 - 0525 56286
Cell.: 347 9673195 - Fax.: 0525 463115
Web: www.scubacruise.com
S
kype: scubacruise

Scuba Cruise S.r.l.

Strada Possessione, 4
43045 - Fornovo di Taro (PR)
P.IVA 02515900344
Autorizzazione Provincia di Parma Nr. 1678
 
Web Design by Ermanno Grassi